2020/2021

Ti auguro un buon anno, cara lettrice/lettore, magari ricco di buone nuove, e piacevoli incontri. Il 2020 lo chiudo elencando i 5 articoli del blog più letti e, uno di questi, mi ha sorpreso assai (a te scoprire quale sia) Ho una cicatrice indelebileDi cosa parliamo quando parliamo d'amoreOrganismo dissolutoDedicaIndossatrice Indossatrice è una piccola parte … Continua a leggere 2020/2021

LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: SONO…

Sono… è una poesia creata da pure immagini evocative. Parlare di significato esplicito o implicito è fastidioso. Sono convinto la poesia (in generale) vada letta, e fatta propria, per quel senso di smarrimento che sa donare. La poesia è irrazionale, non costruita a tavolino, ed è inutile costruirci castelli abbarbicati su monti nebbiosi. Sono… è … Continua a leggere LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: SONO…

La ricerca dell’infinito

Dopo mesi di silenzio poetico ripropongo dei versi. Li ho scritti quest'autunno, e mi auguro riescano a trasmettervi la sensazione che si prova a fine novembre quando l'inverno è ormai alle porte. Buona lettura! E vi invito a commentarli 🙂 P.S. Novembre è volutamente con l'iniziale maiuscola: chissà se qualcuno riuscirà a coglierne il significato … Continua a leggere La ricerca dell’infinito

Indossatrice

Indossatrice, vincitrice del 2° premio al Trofeo Gatticese della Arti 2017, è tratta dalla silloge Di luce e di oscurità. Amo questa poesia per: la malinconia, la sensualità, la sintesi. Spero vi piaccia. Mi auguro vi avvicini alla mia poetica, e alla mia prosa. Vestirai ancora la tua scialba bellezza, o ti spoglierai di tutte … Continua a leggere Indossatrice

Ultima stazione

Ultima stazione, presente in Di luce e di oscurità, è una poesia lontana nel tempo. Ha assistito a tre cambi di residenza, accompagnandomi nelle vicende capaci di segnare profondamente la mia vita. Prima di comparire in volume ha conosciuto qualche leggero cambiamento (è una delle conseguenze della crescita) ma la struttura è rimasta pressappoco la … Continua a leggere Ultima stazione

Allo specchio

Allo specchio è una delle mie poesie preferite, se non la preferita in assoluto. Per quanto  sia breve e semplice nella struttura, penso riesca a tramettere appieno il senso di smarrimento. Immagino sia capitato a chiunque, specchiandosi, di non riconoscere il proprio volto riflesso nello specchio (almeno una volta). Un momento di smarrimento che si … Continua a leggere Allo specchio

Come una volpe

per terminare questo 2017 vi lascio un componimento tratto da Di luce e di oscurità; spero vi piaccia Avete mai udito il richiamo di una volpe distesi su di un cofano d'automobile nel sereno autunnale? Sembra agonizzare come il nostro amore senza fiato; nessuna speranza. Fumati pure l'ultima sigaretta d'un condannato sentimento, senza rimorsi; zero … Continua a leggere Come una volpe

Polaroid

Brucio d'amore avvampo di passione, per cosa? Una tua immagine sfocata dall'acido sfigurata tra sfrigolii giallo seppia. Ho catturato l'istante di te struggendomi inutilmente. (Polaroid è contenuta in Di luce e di oscurità, mia prima silloge, ordinabile QUI Se volete informazioni non esitate a contattarmi, sarò lieto di rispondere a qualsiasi vostra domanda) I miei racconti … Continua a leggere Polaroid

Contemplando l’orizzonte

Languidi sguardi in specchi opachi svanendo, portano con sé l'ultimo sorriso rimasto. Contemplando l'orizzonte arroccato in futili fantasie accarezzerò le nubi, amiche fidate di vaporosi sogni. piccolo appunto: [Contemplando l'orizzonte, oltre a essere presente in Di luce e di oscurità (Giovane Holden Edizioni), mia prima silloge che potete trovare QUI, rappresenta una svolta significativa nel … Continua a leggere Contemplando l’orizzonte