Riflessione sul mondo della piccola editoria

Riflessione sul mondo della piccola editoria. Da mesi sto cercando un editore per dare alle stampe la mia nuova silloge e, tra le otto case editrici da me contattate, ho ricevuto due risposte – credetemi, un 25% è già un successo, anche qualora il manoscritto venga rifiutato (solitamente è difficile ricevere una qualsiasi risposta). Ho … Continua a leggere Riflessione sul mondo della piccola editoria

2020/2021

Ti auguro un buon anno, cara lettrice/lettore, magari ricco di buone nuove, e piacevoli incontri. Il 2020 lo chiudo elencando i 5 articoli del blog più letti e, uno di questi, mi ha sorpreso assai (a te scoprire quale sia) Ho una cicatrice indelebileDi cosa parliamo quando parliamo d'amoreOrganismo dissolutoDedicaIndossatrice Indossatrice è una piccola parte … Continua a leggere 2020/2021

Mani

Obitorio: luogo ove si versano le ultime lacrime prima del confluire delle energie fredde e meccaniche. Chiusa la porta alle spalle, tempo per piangere non ce n'è. Angelica lo scoprì, suo malgrado, salutando per l'ultima volta la salma del padre. Altre priorità l'attendevano. Ciaio ciao, paparino. Nel tempo in cui era ancora una ragazzina, al … Continua a leggere Mani

LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: PORNOCANNIBALE

È un tam-tam di immagini, parole, e confusione. È un viaggio a rotta di collo nel corpo umano e nel mondo delle reti sociali attraverso una scrittura graffiante, diretta, senza filtri. È un pugno in pieno stomaco al disgusto e alla noia. È Pornocannibale, un testo nato alla rovescia. Proprio così! Per paradosso in primis … Continua a leggere LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: PORNOCANNIBALE

LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: PANE CALDO

Pane caldo è il racconto con cui inizio questa rubrica nata per farti conoscere i miei lavori infarciti con fatti insoliti e curiosi. Il pane è uno dei miei grandi amori, sono cresciuto (si fa per dire essendo slanciato verso il basso) a forza di pane e formaggio, e privarmene è inconcepibile. Quando ero marmocchio … Continua a leggere LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: PANE CALDO

Plastico

Mi sono svegliato plastico. Una colata sorniona sotto un sole cocente... COLATA PLASTICA È colata semiliquida di materia plastica. Si insinua nelle scanalature assecondando lo stampo, modellandosi. Raffreddando stati primigeni, solidifica. Tocca al maniscalco liberarla dal castrante involucro. Usa scalpelli smaltati per fendere fessure, e mazze delicate per puntellare ferite indolenti: scissione del rivestimento labbroso. … Continua a leggere Plastico

Conosco molto di voi

Conosco molto di voi. Posso dire cosa avete preso a colazione, le portate servite a pranzo, le pietanze cucinate per cena. Conosco le torte sfornate nel pomeriggio, e quali di queste siano venute male o, per meglio dire, si siano dimostrate al di sotto delle vostre aspettative. E conosco tutte le paturnie dovute al troppo … Continua a leggere Conosco molto di voi

Diafonie secondo Ilaria ti consiglia un libro

Buongiorno, oggi vorrei condividere con voi le parole della blogger Ilaria a proposito del mio Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti. Per chi si sia imbattuta/o nel mio libro sarei curioso di sapere se ritrova le stesse sensazioni provate da Ilaria. Per chi, al contrario, sia ancora sprovvista/o di una copia della famigerata raccolta di racconti … Continua a leggere Diafonie secondo Ilaria ti consiglia un libro

Ricordo

Lo incrocio con cadenza quasi regolare. Ha lo sguardo leggermente triste, e il cagnolino al seguito. Il nome, come mia consuetudine, non lo ricordo e sul suo, in particolare, è calata una nebbia fitta. Eppure… Eppure ricordo il giorno in cui lo conobbi: 07 dicembre 2017. Ricordo una ragazza di origine spagnola. Teneva stretto al … Continua a leggere Ricordo

Racconto nel racconto

Oggi vi parlo di un racconto contenuto in Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti edito da Ofelia Editrice. Si intitola Riflessi incondizionati e nasce grazie a due procedimenti specifici. Il primo è frutto di una tecnica letteraria per superare il cosiddetto blocco dello scrittore. Si prende un foglio bianco e, in modo ripetitivo e ossessivo, si … Continua a leggere Racconto nel racconto

Profili

Se ne stanno fuori da una caffetteria, i due profili. Seduti, contemplano il tempo. Un tavolino rosso plastificato li divide. Davanti si staglia la strada, accoglie pedoni distratti e vetture dall'andatura pigra. Alle loro spalle, luci spente proclamano la chiusura del locale. Non un misero caffè per quei due profili così vicini quanto distanti. Vicini … Continua a leggere Profili

Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti

Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti edita da Ofelia Editrice è la mia seconda opera letteraria, e segue di poco l'uscita de Di luce e di oscurità. Se per la silloge il lavoro che l'ha portata alla stampa è stato lungo e a volte tortuoso, per Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti la velocità di realizzazione è risultata talmente spedita … Continua a leggere Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti

Vite di strada

Nell'ora antecedente all'alba, il vento ansima e gli ultimi ritardatari rapaci notturni lasciano il campo agli uccelli del giorno i quali, assonnati, appollaiati fitti fitti sui rami dondolanti, fischiettano canzoni stonate da bettole infime e maleodoranti. Una volpe corre attraverso il prato diretta alla casa di riposo, e un tasso decide d'ispezionare il cestino dei … Continua a leggere Vite di strada

Pornocannibale

Tutto ha inizio dall'occhio che stimola l'appetito. L'acquolina vien guardando. Mastico mastico mastico. E poi via! Faringe esofago stomaco intestino tenue duodeno digiuno ileo intestino crasso cieco colon ascendente colon trasverso colon discendente colon sigmoideo retto canale anale. Un percorso con fine ultimo. È la catena di montaggio per immagini trite ritrite mal digerite poco … Continua a leggere Pornocannibale