solo in quel momento accolgo

quando scopro che l’altro non è soltanto un essere vivente ma è una persona, quando conosco i sogni che lo fanno vivere, solo in quel momento accolgo

Haim Baharier

Questo pensiero mi riporta alla mente due donne che avrei voluto accogliere nella mia vita ma, all’atto pratico, ne sono rimaste fuori.

Perché?

Erano prive di sogni e ideali.

Parlavano senza mai esprimere il loro essere. E in quei loro torrenti di parole e pensieri annegavano sogni, desideri e ideali.

E ripensando ai pochi momenti trascorsi in loro compagnia, solo ora mi accorgo di quanto l’intensa curisiotà che mi spinse a cercarle – mista all’attrazione chimica – sia stata eguagliata dalla semplicità con cui mi allontanai.

Un passo a ritroso per allontanarmi dal vuoto dell’anima.

Un passo a ritroso per distanziarmi da donne che, nel mio sentire, percepii a metà.