Colata plastica

È colata semiliquida di materia plastica.

Si insinua nelle scanalature assecondando lo stampo, modellandosi.

Raffreddando stati primigeni, solidifica.

Tocca al maniscalco liberarla dal castrante involucro. Usa scalpelli smaltati per fendere fessure, e mazze delicate per puntellare ferite indolenti: scissione del rivestimento labbroso.

Vi è morbosità nello stuzzicare lacerazioni, come lo è scoprire, con irresistibile tormento, cosa celi la crosta.

Esportata la scorza, fuoriesce.

Niente sangue né materia organica, è plasticamente altro.

È arroganza. Si adatta perfettamente al modello, ma non è detto questi sappia indossarla.

Necessita di classe e, mi duole svelarlo, non si plasma in stampi castranti e predefiniti.


Ti è piaciuto? Puoi trovarne altri cliccando QUI

E se ti piace la poesia, ecco la mia silloge, clicca QUI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...