LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: PANE CALDO

Pane caldo è il racconto con cui inizio questa rubrica nata per farti conoscere i miei lavori infarciti con fatti insoliti e curiosi. Il pane è uno dei miei grandi amori, sono cresciuto (si fa per dire essendo slanciato verso il basso) a forza di pane e formaggio, e privarmene è inconcepibile. Quando ero marmocchio … Continua a leggere LA RUBRICA DEL MERCOLEDÌ: PANE CALDO

Plastico

Mi sono svegliato plastico. Una colata sorniona sotto un sole cocente... COLATA PLASTICA È colata semiliquida di materia plastica. Si insinua nelle scanalature assecondando lo stampo, modellandosi. Raffreddando stati primigeni, solidifica. Tocca al maniscalco liberarla dal castrante involucro. Usa scalpelli smaltati per fendere fessure, e mazze delicate per puntellare ferite indolenti: scissione del rivestimento labbroso. … Continua a leggere Plastico

Samantha (o la breve narrazione di una serata trascorsa in compagnia di una giovane donna che indossò sfumature alla Buio Omega)

Facendo pulizia di vecchi file ho trovato le annotazioni conseguenti a un appuntamento al buio. Avevo dimenticato questo avvenimento e, rileggendo le poche informazioni scritte a suo tempo, mi domando perché abbia abbandonato la divertente pratica di conoscere persone a caso, privandomi così della possibilità di incontrare ragazze caratterizzate da singolari peculiarità. Innanzi tutto tengo … Continua a leggere Samantha (o la breve narrazione di una serata trascorsa in compagnia di una giovane donna che indossò sfumature alla Buio Omega)

parole nascoste

Vorrei portare alla vostra attenzione alcune cose scritte nell'ultimo periodo, ma rimaste nell'ombra di questo blog. Potete leggere il racconto da 6 lettere IL NUOVO OROLOGIO È AFFETTO DA PROBLEMI FUNZIONALI cliccando QUI; oppure potete leggere l'ultimo haiku pubblicato stamattina pigiando su questa bella X. Se invece amate i libri, e siete alla ricerca di … Continua a leggere parole nascoste

Diafonie secondo Ilaria ti consiglia un libro

Buongiorno, oggi vorrei condividere con voi le parole della blogger Ilaria a proposito del mio Diafonie. Microfisica dei piccoli gesti. Per chi si sia imbattuta/o nel mio libro sarei curioso di sapere se ritrova le stesse sensazioni provate da Ilaria. Per chi, al contrario, sia ancora sprovvista/o di una copia della famigerata raccolta di racconti … Continua a leggere Diafonie secondo Ilaria ti consiglia un libro

Ho una cicatrice indelebile…

Ho una cicatrice indelebile causata da ciò che avvenne presso la stazione ferroviaria di Bergamo in una giornata afosa e appiccicaticcia. A spingermi nel capoluogo orobico con la mia R5 bianco panna, in pieno agosto, fu la prospettiva di trascorrere tre giorni in compagnia di una ragazza. Con IB avevo intessuto un fitto dialogo tramite … Continua a leggere Ho una cicatrice indelebile…

È la nostalgia bastarda

È la nostalgia bastarda a fotterti con ricordi e sensazioni fasulle. Prendi a esempio stamattina. Esco di casa per bere un caffè con Sara dopo mesi dall'ultimo incontro e scopro il cielo terso anche se una leggera nebbia, creata dalle acque del Piave, sembra divertirsi a nascondere il mondo circostante. Mancano pochi minuti alle nove … Continua a leggere È la nostalgia bastarda

ELOGIO DEL NO

Ho sempre creduto, erroneamente, che un no detto con determinazione equivalesse a una mancanza di sensibilità verso la persona a cui era destinato. Una risposta affermativa, al contrario, giungendo dal cuore o dallo stomaco, è carica di quell'entusiasmo che travolge chi lo riceve. Potrei sintetizzare dicendo che il sì rilascia endorfine, mentre il no genere … Continua a leggere ELOGIO DEL NO

La mia prima educazione sessuale (e il 3° principio della Dinamica)

La mia prima educazione sessuale la devo a due riviste: Lettere di donne e Lettere confidenziali. Due mensili (o forse settimanali) ricchi di racconti molto esplicativi e di nudi femminili ancor più chiarificatori. A fornirci (passo al plurale perché non ero solo in questa avventura) queste prelibatezze di letteratura da bassa manovalanza erano i genitori … Continua a leggere La mia prima educazione sessuale (e il 3° principio della Dinamica)

Lego et Cogito (parte 2ª)

Marianna Visconti, autrice del blog Lego et Cogito, ha voluto intervistarmi per sondare la mia mente. A spingerla è stato il desiderio di scoprire cosa si annidi nella mia fantasia e come riesca a tramutare in giochi di parole i miei viaggi mentali. Se vi prenderete qualche minuto per leggerla mi farete molto piacere (lo … Continua a leggere Lego et Cogito (parte 2ª)

Cosa mi rimane di Refrontolo

Cosa mi rimane di Refrontolo se non qualche tramonto rubato da fotografie sgranate. Il soggetto ritratto: i monti in cui sono cresciuto. E poi i pensieri annotati nei taccuini neri, divenuti in seguito spunti per poesie e racconti. E ancora le attese frementi dopo una telefonata mattutina di Manola. Stasera vengo a cena da te, … Continua a leggere Cosa mi rimane di Refrontolo

Consigli di lettura per un’estate rovente

Molti e molte di voi passeranno l'estate prendendo il sole o rintanati/e in qualche luogo in cerca di frescura, magari in compagnia di un buon libro. Cosa leggerete durante le vacanze? Dal canto mio, vorrei suggerirvi tre titoli - due dei quali mi hanno letteralmente rapito ed emozionato. Il primo, Space Invaders, lo definirei un … Continua a leggere Consigli di lettura per un’estate rovente

Diafonie secondo Lego et Cogito

Amiche e amici voglio condividere questa recensione fatta da Marianna Visconti, e che potete trovare nel blog Lego et Cogito. Vi confesso che mi ha lasciato piacevolmente senza parole in quanto è arrivata all'essenza del mio lavoro. È una grande soddisfazione quanto il tuo messaggio è recepito senza pieghe o distorsioni, ancor di più se … Continua a leggere Diafonie secondo Lego et Cogito

Nona Fernández

Nona Fernández. Inizio con un nome, e una domanda: siete mai stati folgorati dall'opera di qualche artista? È una sensazione quasi liberatoria —  io la vivo in tale modo. È come se un peso si sciogliesse nell'animo, e una finestra venisse aperta su nuovi panorami. Quella sensazione mi è capitata leggendo alcuni libri, o conoscendo … Continua a leggere Nona Fernández

1 gennaio

Approfitto di questo momento per farvi gli auguri di buon anno, amiche e amici. Guardando i dati del 2018 mi sorprendono le visite ricevute in questo blog. E ancor più sorprendente è il fatto che gli articoli con più visualizzazioni parlino di poesia. Il più letto è stato Indossatrice. A ruota segue Dedica. E sul terzo … Continua a leggere 1 gennaio

Storia di Lina

Ieri mattina ho bevuto un caffè, scambiando qualche chiacchiera, in un'osteria che stasera chiuderà in modo definitivo dopo una storia lunga 100 anni. Ho scritto un articolo che parla di Lina, e di come siano destinati a spegnersi i piccoli paesi di montagna. Se volete conoscere la storia di questa ragazza potete leggere l'articolo cliccando QUI

Caldo Natale

Lo spirito natalizio è qualcosa di distante da me per tanti motivi. Comunque, per augurarvi delle feste speciali, vorrei condividere questo racconto scelto dalla redazione di Letteratura Horror per la raccolta intitolata Natale horror 2018. Auguri a tutte e tutti, e buona lettura! 🙂 CALDO NATALE A Riccardo l’atmosfera natalizia piace. Coi ricordi ritorna alle veglie … Continua a leggere Caldo Natale

Crash

Vi è uno strano rapporto che lega noi esseri umani all'automobile. Una simbiosi capace di influire sulle scelte economiche degli Stati industrializzati (vedasi le manovre per sostenere i mercati di settore) o di modificare il nostro modo di vivere e di conseguenza la percezione della realtà. L’automobile è, per antonomasia, il veicolo simbolo di mobilità … Continua a leggere Crash