BD

BD è stato mio collega per circa dieci anni. Iniziammo pressappoco nello stesso periodo e, come ultimi arrivati nel fantastico mondo del mobilio d’arredamento, fummo le vittime ideali di scherzi e prese per i fondelli. Forse fu questa la molla che fece nascere tra noi una simpatia reciproca, un rispetto puramente lavorativo. O forse perché, … Continua a leggere BD

Annunci

Perforare

Perforata la luna argentea trivellata da spaghi solari. Immobile. Muta. Perforato il cranio. Sguazza la materia grigia. Un’altra giornata, immersa nella tediosa calotta cranica. Nella tazza di caffè intingo il cervelletto croccante e friabile al palato. Spirali fumose fragranti lunari annebbiano la vista. Perforati i lobi temporali. Autunnali sorrisi scortano l’inverno. Le mie poesie potete … Continua a leggere Perforare

La mia prima educazione sessuale (e il 3° principio della Dinamica)

La mia prima educazione sessuale la devo a due riviste: Lettere di donne e Lettere confidenziali. Due mensili (o forse settimanali) ricchi di racconti molto esplicativi e di nudi femminili ancor più chiarificatori. A fornirci (passo al plurale perché non ero solo in questa avventura) queste prelibatezze di letteratura da bassa manovalanza erano i genitori … Continua a leggere La mia prima educazione sessuale (e il 3° principio della Dinamica)

Lego et Cogito (parte 2ª)

Marianna Visconti, autrice del blog Lego et Cogito, ha voluto intervistarmi per sondare la mia mente. A spingerla è stato il desiderio di scoprire cosa si annidi nella mia fantasia e come riesca a tramutare in giochi di parole i miei viaggi mentali. Se vi prenderete qualche minuto per leggerla mi farete molto piacere (lo … Continua a leggere Lego et Cogito (parte 2ª)

Ho scordato il nome della ragazza con cui sono uscito per mesi

Ho scordato il nome della ragazza con cui sono uscito per mesi. Nella memoria sono impressi i suoi occhi verdi, i lunghi capelli biondi, le fattezze del viso e le curve invitanti del corpo. Era di Santa Lucia di Piave, e aveva pressappoco la mia età. Appassionata di storia dell’antico Egitto, parlava in continuazione di … Continua a leggere Ho scordato il nome della ragazza con cui sono uscito per mesi

Cosa mi rimane di Refrontolo

Cosa mi rimane di Refrontolo se non qualche tramonto rubato da fotografie sgranate. Il soggetto ritratto: i monti in cui sono cresciuto. E poi i pensieri annotati nei taccuini neri, divenuti in seguito spunti per poesie e racconti. E ancora le attese frementi dopo una telefonata mattutina di Manola. Stasera vengo a cena da te, … Continua a leggere Cosa mi rimane di Refrontolo

Consigli di lettura per un’estate rovente

Molti e molte di voi passeranno l'estate prendendo il sole o rintanati/e in qualche luogo in cerca di frescura, magari in compagnia di un buon libro. Cosa leggerete durante le vacanze? Dal canto mio, vorrei suggerirvi tre titoli - due dei quali mi hanno letteralmente rapito ed emozionato. Il primo, Space Invaders, lo definirei un … Continua a leggere Consigli di lettura per un’estate rovente

‘l Guru

Ritornare al paese in cui sono cresciuto è, per me, una lama a doppio taglio: rivivo posti molto cari, rivedo persone dalle vicende personali tristi e/o drammatiche. E questa seconda opzione, immancabilmente, mi riporta a situazioni che non sempre ho voglia di rivivere. Ma si sa, la memoria è bastarda, e si diverte a cancellare … Continua a leggere ‘l Guru

Diafonie secondo Lego et Cogito

Amiche e amici voglio condividere questa recensione fatta da Marianna Visconti, e che potete trovare nel blog Lego et Cogito. Vi confesso che mi ha lasciato piacevolmente senza parole in quanto è arrivata all'essenza del mio lavoro. È una grande soddisfazione quanto il tuo messaggio è recepito senza pieghe o distorsioni, ancor di più se … Continua a leggere Diafonie secondo Lego et Cogito

La ricerca dell’infinito

Dopo mesi di silenzio poetico ripropongo dei versi. Li ho scritti quest'autunno, e mi auguro riescano a trasmettervi la sensazione che si prova a fine novembre quando l'inverno è ormai alle porte. Buona lettura! E vi invito a commentarli 🙂 P.S. Novembre è volutamente con l'iniziale maiuscola: chissà se qualcuno riuscirà a coglierne il significato … Continua a leggere La ricerca dell’infinito

Borgo Piave

Capita associ persone (importanti o meno) a luoghi specifici, e credo sia una prassi comune a tanti e a tante. Può essere il ricordo del primo bacio, oppure di un appuntamento tanto desiderato. Può capitare per un fatto spiacevole o traumatico, o per un avvenimento inspiegabile. Imprimiamo, in noi stessi, il volto di una persona … Continua a leggere Borgo Piave

Le pause pranzo, in questo periodo, le trascorro al parco

Le pause pranzo, in questo periodo, le trascorro al parco. Oggi ho patate lesse ricoperte di curcuma e peperoncino, e annaffiate con olio piccante. Il fatto è che ieri sera, uscito dal luogo in cui trascorro le ore diurne, invece di andarmene a casa spedito, e avere il tempo così di prepararmi il pranzo per … Continua a leggere Le pause pranzo, in questo periodo, le trascorro al parco

Ritratto distratto

Se ne sta distesa sul bancone sorreggendo la testa con la mano a formare un triangolo equilatero. Lo sguardo annoiato rivolto ai passanti completa il quadro. Sopra la di lei testa, appeso alla parete a cui dà le spalle, un maxi schermo proietta una partita di hockey. Tizzi scivolano con maestria sul ghiaccio rincorrendo un … Continua a leggere Ritratto distratto

Nona Fernández

Nona Fernández. Inizio con un nome, e una domanda: siete mai stati folgorati dall'opera di qualche artista? È una sensazione quasi liberatoria —  io la vivo in tale modo. È come se un peso si sciogliesse nell'animo, e una finestra venisse aperta su nuovi panorami. Quella sensazione mi è capitata leggendo alcuni libri, o conoscendo … Continua a leggere Nona Fernández

1 gennaio

Approfitto di questo momento per farvi gli auguri di buon anno, amiche e amici. Guardando i dati del 2018 mi sorprendono le visite ricevute in questo blog. E ancor più sorprendente è il fatto che gli articoli con più visualizzazioni parlino di poesia. Il più letto è stato Indossatrice. A ruota segue Dedica. E sul terzo … Continua a leggere 1 gennaio

Storia di Lina

Ieri mattina ho bevuto un caffè, scambiando qualche chiacchiera, in un'osteria che stasera chiuderà in modo definitivo dopo una storia lunga 100 anni. Ho scritto un articolo che parla di Lina, e di come siano destinati a spegnersi i piccoli paesi di montagna. Se volete conoscere la storia di questa ragazza potete leggere l'articolo cliccando QUI

Caldo Natale

Lo spirito natalizio è qualcosa di distante da me per tanti motivi. Comunque, per augurarvi delle feste speciali, vorrei condividere questo racconto scelto dalla redazione di Letteratura Horror per la raccolta intitolata Natale horror 2018. Auguri a tutte e tutti, e buona lettura! 🙂 CALDO NATALE A Riccardo l’atmosfera natalizia piace. Coi ricordi ritorna alle veglie … Continua a leggere Caldo Natale

Crash

Vi è uno strano rapporto che lega noi esseri umani all'automobile. Una simbiosi capace di influire sulle scelte economiche degli Stati industrializzati (vedasi le manovre per sostenere i mercati di settore) o di modificare il nostro modo di vivere e di conseguenza la percezione della realtà. L’automobile è, per antonomasia, il veicolo simbolo di mobilità … Continua a leggere Crash